• 11.jpg
  • 22.jpg
  • 33.jpg
  • 44.jpg
  • ciad.jpg
  • ciad2.jpg
  • ciad3.jpg
  • ciad4.jpg

Conclusione rassegna cinematografica “SCUOLA E CINEMA: sul set racconti di processi formativi di umanità”

Si è conclusa la rassegna cinematografica “SCUOLA E CINEMA: sul set racconti di processi formativi di umanità”, un progetto di promozione della cultura cinematografica – art.15 della L.R. 20 settembre 2006, n.15 “Norme per lo sviluppo del Cinema in Sardegna”- Anno 2020, finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna e con il gratuito patrocinio del Comune di Guspini

L’obiettivo della rassegna è stato quello di proiettare e discutere sul rapporto fra cinema e scuola, e quindi su film ambientati in classe, in cui è stato possibile mettere a fuoco la formazione scolastica, in particolare il rapporto tra didattica e relazioni educative, nel tempo. Lo spettatore è stato invitato, ad uscire dalle aule “che ha vissuto o vive” per esplorare quelle rappresentate sullo schermo alla ricerca di punti di vista insoliti sulla scuola che (dis)educa e (dis)orienta, sull’istituzione sospesa tra formazione e costrizione, sull’educazione come diritto o come dovere, sulle aule come luoghi di relazioni interpersonali, come spazi di incontri/scontri generazionali.

Grazie alla collaborazione di C.S.C. di Carbonia della Società Umanitaria e del Circolo Arci di Guspini, i destinatari e quindi gli spettatori, sono stati invitati a “leggere”, osservare e analizzare un film nelle sue diverse componenti quali: la trama, i tempi, i luoghi, i personaggi, le scenografie, la colonna sonora, gli effetti audio, il messaggio implicito ed esplicito.

Coltiviamoci! L'orto un modello sostenibile che integra

logo Tavola disegno 1 copia

Nell'ambito Plus Ales-Terralba, presso il cortile interno del “Centro Comunitario per la famiglia San Giuseppe”, ad Ales,  l’Associazione Piccoli Progetti Possibili ODV, in collaborazione con il Comune di Pau, l’Acisjf-Cagliari ODV, l’Associazione San Nicolò Vescovo ODV, la Cooperativa Sociale Agricola Santa Maria, l’Associazione Ambulanza Ales-Volontari del Soccorso, ha attivato la realizzazione di un orto sociale, luogo di incontro e di integrazione intergenerazionale,uno spazio vitale dove sentirsi a proprio agio, piantare, seminare e trascorrere del tempo in compagnia. Parallelamente alla creazione dell’orto saranno avviate delle attività collaterali mirate a promuovere il volontariato, a sensibilizzare ed educare ad uno stile di vita eco-sostenibile e a potenziare la rete territoriale delle Organizzazioni No Profit e Profit.

Scheda del progetto

Piano Finanziario progetto

coltiviamoci2

coltiviamoci1

TATA’OUI: Un contributo sardo per la promozione dell’imprenditoria femminile e giovanile in Tunisia

TunisiaL’Associazione Piccoli Progetti Possibili ODV, in collaborazione con i partner della Sardegna il Comune di Guspini, l’Arci Sud Sardegna, il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università di Cagliari, la Cooperativa Sociale Santa Maria, l’Acisjf-Sardegna, Nuove Tecnologie di M. Caria & C snc, Brebey: tecnologie con la lana, e con il partner tunisino ARCS TUNISIE – Arci Cultures Solidaires Tunisie, nell’anno 2019, ha realizzato il progetto TATA’OUI: un contributo sardo per la promozione dell’imprenditoria femminile e giovanile in Tunisia.

Il luogo di attuazione delle azioni progettuali è stato la Repubblica di Tunisia, Governatorato di Tataouine, più precisamente la Città di Tataouine e i villaggi limitrofi (El Ferch, Douiret, Ras el Oued, Bir Thalathine, Bir Amir).

Attraverso gli interventi realizzati (la formazione, l’assistenza tecnica e l’accompagnamento alla realizzazione delle iniziative imprenditoriali in loco e la formazione e l’assistenza tecnica specializzata in Sardegna, avvenuta grazie al contributo dell’Università di Cagliari e di imprenditori sardi del settore), si è voluto supportare la creazione di impiego autonomo delle donne e dei giovani nel Governatorato di Tataouine, rafforzando le capacità imprenditoriali di n.30 donne e giovani e migliorando la commercializzazione dei prodotti naturali e biologici nella città.

 

Generiamo una nuova Italia: I Giovani impegnati per una piena accoglienza ed integrazione degli immigrati

Generiamo una nuova ItaliaL’Associazione Piccoli Progetti Possibili ODV, partner del progetto avente come capofila la FOCSIV (Federazione degli Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario), e con il supporto di partner nazionali (ACCRI - Associazione di Cooperazione Cristiana Internazionale per una cultura di solidarietà tra i popoli di Trieste, ADP Padova - Amici dei Popoli, ADP Bologna - Amici dei Popoli; APURIMAC ONLUS di Roma, ASS. FRANCESCO REALMONTE di Milano, il CMSR- Centro Mondialità Sviluppo di Livorno) e locali ( tra i quali Associazione San Nicolò Vescovo ODV, Cooperativa Agricola Sociale Santa Maria, Acisjf Sardegna ODV), ha realizzato nel Sud Sardegna interventi finalizzati:

  • ad accrescere le competenze sociali delle seconde generazioni e dei giovani italiani per facilitare la relazione con la società, il mondo della scuola e del lavoro e le istituzioni locali, al fine di contrastare fenomeni di fragilità, marginalità, esclusione sociale, intolleranza e discriminazione, sostenendo la loro stabile e duratura integrazione nella società, e favorire una corretta conoscenza e narrativa positiva dei temi legati alle migrazioni;

  • a sviluppare e rafforzare le reti associative del Terzo settore e le reti associative di immigrati attraverso le relazioni con altri enti territoriali, istituzionali e non, che operano sui temi dell’accoglienza, dell’integrazione, del volontariato e della solidarietà internazionale.

Attraverso corsi di formazione rivolti ai docenti delle scuole secondarie di secondo grado del territorio, coinvolte, laboratori creativi nelle scuole, percorsi di alternanza scuola – lavoro ed eventi e iniziative territoriali, si è lavorato per favorire lo sviluppo della cultura del volontariato, in particolare tra i giovani e all’interno delle scuole e per contrastare le condizioni di fragilità e di svantaggio dei giovani stranieri presenti nel territorio.

Corsi progetto - Generiamo una nuova Italia