• 11.jpg
  • 22.jpg
  • 33.jpg
  • 44.jpg
  • ciad.jpg
  • ciad2.jpg
  • ciad3.jpg
  • ciad4.jpg

TATA’OUI: Un contributo sardo per la promozione dell’imprenditoria femminile e giovanile in Tunisia

TunisiaL’Associazione Piccoli Progetti Possibili ODV, in collaborazione con i partner della Sardegna il Comune di Guspini, l’Arci Sud Sardegna, il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università di Cagliari, la Cooperativa Sociale Santa Maria, l’Acisjf-Sardegna, Nuove Tecnologie di M. Caria & C snc, Brebey: tecnologie con la lana, e con il partner tunisino ARCS TUNISIE – Arci Cultures Solidaires Tunisie, nell’anno 2019, ha realizzato il progetto TATA’OUI: un contributo sardo per la promozione dell’imprenditoria femminile e giovanile in Tunisia.

Il luogo di attuazione delle azioni progettuali è stato la Repubblica di Tunisia, Governatorato di Tataouine, più precisamente la Città di Tataouine e i villaggi limitrofi (El Ferch, Douiret, Ras el Oued, Bir Thalathine, Bir Amir).

Attraverso gli interventi realizzati (la formazione, l’assistenza tecnica e l’accompagnamento alla realizzazione delle iniziative imprenditoriali in loco e la formazione e l’assistenza tecnica specializzata in Sardegna, avvenuta grazie al contributo dell’Università di Cagliari e di imprenditori sardi del settore), si è voluto supportare la creazione di impiego autonomo delle donne e dei giovani nel Governatorato di Tataouine, rafforzando le capacità imprenditoriali di n.30 donne e giovani e migliorando la commercializzazione dei prodotti naturali e biologici nella città.

 

Generiamo una nuova Italia: I Giovani impegnati per una piena accoglienza ed integrazione degli immigrati

Generiamo una nuova ItaliaL’Associazione Piccoli Progetti Possibili ODV, partner del progetto avente come capofila la FOCSIV (Federazione degli Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario), e con il supporto di partner nazionali (ACCRI - Associazione di Cooperazione Cristiana Internazionale per una cultura di solidarietà tra i popoli di Trieste, ADP Padova - Amici dei Popoli, ADP Bologna - Amici dei Popoli; APURIMAC ONLUS di Roma, ASS. FRANCESCO REALMONTE di Milano, il CMSR- Centro Mondialità Sviluppo di Livorno) e locali ( tra i quali Associazione San Nicolò Vescovo ODV, Cooperativa Agricola Sociale Santa Maria, Acisjf Sardegna ODV), ha realizzato nel Sud Sardegna interventi finalizzati:

  • ad accrescere le competenze sociali delle seconde generazioni e dei giovani italiani per facilitare la relazione con la società, il mondo della scuola e del lavoro e le istituzioni locali, al fine di contrastare fenomeni di fragilità, marginalità, esclusione sociale, intolleranza e discriminazione, sostenendo la loro stabile e duratura integrazione nella società, e favorire una corretta conoscenza e narrativa positiva dei temi legati alle migrazioni;

  • a sviluppare e rafforzare le reti associative del Terzo settore e le reti associative di immigrati attraverso le relazioni con altri enti territoriali, istituzionali e non, che operano sui temi dell’accoglienza, dell’integrazione, del volontariato e della solidarietà internazionale.

Attraverso corsi di formazione rivolti ai docenti delle scuole secondarie di secondo grado del territorio, coinvolte, laboratori creativi nelle scuole, percorsi di alternanza scuola – lavoro ed eventi e iniziative territoriali, si è lavorato per favorire lo sviluppo della cultura del volontariato, in particolare tra i giovani e all’interno delle scuole e per contrastare le condizioni di fragilità e di svantaggio dei giovani stranieri presenti nel territorio.

Corsi progetto - Generiamo una nuova Italia

 

AMAM Ambiente Microimprenditoria Alimentare in Movimento

LibanoDalla fine dell’anno 2019, ancora oggi, l’Associazione Piccoli Progetti Possibili ODV, supportata da un partenariato costituito dal Comune di Pau, dalla Cooperativa Sociale agricola Santa Maria, dall’A.Ro.Ro La Rosa Roja, dall’Acisjf - Sardegna, dall’Arci Sardegna e dall’impresa “Nuove Tecnologie di M. Caria & C. snc” in Sardegna e dall’ONG ARCS Arci Culture Solidali e da Mada association in loco, sta realizzando in Libano, nei distretti di Akkar e del Nord (caza di Minnieh-Dannyeh e Bebnine Al-Abdeh), interventi mirati a intende fornire alle donne in condizioni di vulnerabilità, gli strumenti per intraprendere un percorso di empowerment economico e sociale, attraverso il supporto e la creazione di concrete opportunità di lavoro e reddito.

Le azioni avviate sono formazioni specializzate finalizzate a potenziare/avviare l’attività economico/imprenditoriale nei settori agricolo e ambientale, un servizio di tutoraggio e coaching individuale, l’erogazione di fondi di dotazione e la realizzazione di scambi e formazioni con imprenditori ed esperti sardi, per l’introduzione di aspetti innovativi e sostenibili nelle strategie di sviluppo.

L’intenzione è quella di migliorare le capacità imprenditoriali di 20 donne vulnerabili (libanesi e siriane) e creare/rafforzare 15 micro-imprese, gestite da donne, nei settori dell'ambiente e della trasformazione agro-alimentare.

 

Rassegna cinematografica: Scuola e cinema

Scuola e cinema: Sul set racconti di processi formativi di umanità

La crisi della scuola italiana è da tempo al centro del dibattito sulle probabili cause che hanno concorso a determinarla. Il rapporto fra cinema e scuola è sempre stato complesso e ricco di spunti di riflessione per entrambi gli ambiti. Se da un lato la “settima arte” ha preso sempre più piede nelle classi come strumento didattico, soprattutto in questi ultimi anni, dall’altro il mondo dell’insegnamento è stato e continua ad essere argomento di moltissime pellicole, che affrontano e mettono in luce i diversi aspetti dell’educazione e dell’ambiente scolastico.

Poiché il cinema è ormai diventato una componente essenziale e quotidiana della vita, l’Associazione Piccoli Progetti Possibili ODV vuole presentare una Rassegna che promuova la cultura cinematografica e che stimoli gli spettatori a riflettere su alcuni quesiti, tra i quali: “Quali fisionomie hanno gli studenti e gli insegnanti raccontati al cinema?” “Esiste, almeno nella rappresentazione cinematografica, la scuola ideale?”.

Il programma della rassegna prevede la proiezione di n.8 film presso il Cineteatro Murgia, Via Pio Piras 2 a Guspini.

Scuola e cinema